IL GLAUCOMA

I disturbi oculari ereditari si possono ritrovare in molte razze canine. Il più comune è la cataratta, in cui la parziale o totale opacità del cristallino nella maggior parte dei casi porta alla completa cecità, meno frequente ma comunque diagnosticato in diverse razze è il glaucoma. Il glaucoma è una condizione anormale degli occhi dovuta all’incremento della pressione intraoculare per un periodo lungo, anch’esso può portare alla cecità. Entrambe queste malattie sono ereditarie.

Come si sviluppa il glaucoma?


glaucoma Un occhio sano ha una pressione costante che si ottiene grazie alla generazione permanente di fluido oculare (umor acqueo) e al suo deflusso. Questo liquido è generato dal corpo ciliare che si trova nella camera posteriore, fluisce attraverso la pupilla, nella camera anteriore, verso il cosiddetto angolo iridocorneale (ICA) formato dalla cornea e dall’iride e infine defluisce verso l’esterno attraverso un tessuto permeabile (PL – pectinate ligament)e un canale di drenaggio.
In alcune razze canine l’ ICA è irregolare (troppo largo o troppo piccolo) e il PL malformato (dysplasia) questo può causare disfunzioni per quanto riguarda il deflusso dell’umor acqueo nella camera.In entrambi i casi vi è un aumento della pressione intraoculare che può avere esiti fatali.

Predisposizione nello shiba inu.

esempio_glaucomaLo shiba inu finora non è stato incluso nelle razze particolarmente suscettibili al glaucoma, ma a quanto pare tale parere dovrà essere rivisto: un gruppo di ricercatori dell’ Università di Tokyo ha pubblicato uno studio a questo proposito nella rivista “ Oftalmologia veterinaria ”. Fra il 1998 e il 2003 gli scienziati studiarono un totale di 114 shiba, 46 erano affetti, in modo unilaterale o bilaterale, da questa malattia; i restanti 68 cani servirono come gruppo di controllo.
In questo gruppo di controllo fu riscontrato, nella maggior parte dei cani, un restringimento più o meno forte dell’ angolo iridocorneale (ICA).
Sulla base di questi studi i ricercatori dichiararono che “ il restringimento dell’ ICA e l’ ispessimento del PL (pectinate ligament)è un’ anomalia comune negli shiba inu in Giappone e può predisporre questi cani al glaucoma”.
In un secondo test fatto in Giappone su 1244 cani di 29 razze diverse ancora una volta gli scienziati dimostrarono che lo shiba inu aveva la maggiore incidenza di glucoma.

Diagnosi e terapia.

Il glaucoma è molto pericoloso proprio perchè i suoi sintomi appaiono lentamente e in modo irregolare. Per questa ragione il proprietario e il veterinario dovrebbero avere un’ attenzione particolare nei confronti di questa razza. Se c’è rischio di glaucoma 3 sintomi sono sempre presenti:
-occhio arrossato
-pupilla dilatata
-incremento della pressione intraoculare
Si può tentare di normalizzare la pressione dell’ occhio con medicinali e diversi tipi di interventi chirurgici, ma la prognosi a lungo termine non è favorevole,quindi è importante sottolineare che i cani con glaucoma  vanno categoricamente esclusi dalla riproduzione.
I ricercatori giapponesi sono cauti nel parlare di una probabile predisposizione dello shiba inu al glaucoma in Giappone. E’ necessario aspettare per capire se questa predisposizione riguarda anche gli shiba europei e americani.

Tradotto dall' articolo del Dr. Holger Funk © 2007