L'AGENESIA DELLA FALANGE (SHORT TOE)

Articolo di Elettra Grassi - Tessaiga Kennel

 

MALFORMAZIONE CONGENITA: Dito Corto ( Short Toe, come è chiamato all'estero) .

Mancanza mono o bilaterale della Falange. Credo che questa malformazione congenita sia una delle più strane del panorama canino.

agenia1Può succedere che allo shiba manchi un osso di un dito esterno. A volte manca completamente il dito e c' è solo l' unghia. Spesso è quello laterale esterno. La zampa come potete vedere anche voi diventa simile a quella di un rapace. In se e per se non debilita il cane nè diminuisce la sua qualità della vita. Ma tant'è che comunque è una malformazione e comunque andrebbe penalizzata dai giudici e gli allevatori dovrebbero perlomeno escludere i cani affetti. Se non altro perchè spesso pare che questa malformazione sia correlata con altre tare( epilessia, mal'occlusioni , ecc). Forse è bene ricordare  che sarebbe dovere di giudici ed allevatori selezionare per escludere ogni forma di tara e anomalia. La salute prima di tutto, ripetono tutti. Poi però le scelte non sempre corrispondono.

Tant'è che un famoso cane nel 1998 è diventato campione in Usa, ed era affetto da questa malformazione. Altri casi sono sparsi per tutta l' Europa. Molti dei cani affetti oggi riproducono perchè non c'è unità di vedute: c'è chi non la considera tara perchè di per se non penalizza il cane nella qualità di vita, c'è chi li riproduce perchè in F1 nessun cucciolo risulterebbe mai affetto(ma chissà come mai...guardare Mendel magari???), c'è chi semplicemente è un incosciente e se ne frega.

agenia2Detto questo spesso sono i cani che vengono dal Giappone o di prima /seconda generazione da cani importati a manifestare questa tara. Ma ci sono anche linee occidentali fondate e consolidate su linee importate affette che oggi hanno consolidato questo carattere e lo trasmettono con una certa regolarità. Rimane il fatto che nonostante ci siano allevatori che catalogano ogni cane short toe, al fine di arrivare a comprendere come questa tara e con quale frequenza si muova in razza, una vera e propria idea precisa non si ha ancora. a quanto parrebbe risulta anomala nelle frequenze e nell'apparire. Una nota allevatrice esperta in zootecnia mi diceva che comunque le linee esenti che immettevano cani normali ma di linee affette, in genere manifesterebbero subito la presenza di questa anomalia: ovvero cominciano ad apparire cani short toe. Secondo questa esperta lo short toe sarebbe epigenico, il che è a mio avviso più che probabile.
agenia3
L'unica cosa certa è che i cuccioli affetti all' età di 3 mesi sono assolutamente normali, poi man mano che si sviluppa l'arto, il piede prende una forma e uno sviluppo anomalo. Il cane affetto si vede intorno ai 5-6 mesi, non prima. Anche questo se ci pensate bene è una cosa piuttosto particolare, in considerazione del fatto che nei casi più gravi( come quello fotografato ) manca proprio l'osso, tutto intero!!!!

Come ogni tara anche la gestione di questa malformazione dipende moltissimo dalla competenza e dalla coscienza di chi alleva e di chi giudica, e come sempre forse è questo il vero problema!

 

N.B. : Le foto di questo articolo provengono da un soggetto di nostra importazione, affetto, e che ovviamente NON ha mai riprodotto.

***Ricordiamo che la tara genetica dello short toe non ha nulla a che vedere con la malattia riscontrata nell’ essere umano, conosciuta come brachidattilia .

Vi informo inoltre che dal 7 luglio 2014 sul gruppo facebook  “ shibannuaire ” hanno divulgato la notizia che è partita una ricerca inglese in merito allo short toe e chiunque abbia un cane affetto può parteciparvi, per contribuire così agli studi genetici su questa malattia ancora poco conosciuta.