LO SHIBA INAPPETENTE

 

Lo shiba è famoso per essere una razza spesso capricciosa per quanto riguarda il cibo, in particolare con la dieta a base di crocchette: moltissimi cani di questa razza (a quanto pare le mie sono due eccezioni) infatti tendono a mangiare meno delle quantità suggerite da allevatori e veterinari e spesso sono schizzinosi sul cibo.Perciò se fate parte di questa larga maggioranza di proprietari disperati perché il cucciolo o il cane adulto non mangia, come affrontare questo problema?

La stragrande maggioranza dei consigli che si leggono su internet e che provengono dagli educatori affermano che il cane adulto, se sano, può digiunare per 3-4 giorni senza rischiare alcun problema di salute, quindi per contrastare quelli che vengono visti come semplici capricci di cane viziato, viene suggerito di dare la razione di crocchette del primo pasto e lasciarla nella ciotola non oltre la mezz’ ora: a questo punto anche se il cane non ha mangiato tutto o non ha mangiato affatto, si toglie la ciotola, riproponendola al pasto successivo.
In genere il cane dopo averlo rifiutato due o tre volte, si arrende per la fame e finisce per mangiare quello che ha nella ciotola (per la serie “ mangi questa minestra o salti dalla finestra”). Però lo shiba anche stavolta non può essere accomunato agli altri cani, perché ci sono shiba che preferiscono digiunare anche una settimana piuttosto di cedere al volere del proprietario e mangiare quello che gli mette nella ciotola.

In questo caso e soprattutto nel caso in cui sia un cucciolo, quindi un animale in piena fase di crescita che deve arrivare al peso forma, a fare il cocciuto, bisogna fermarsi un attimo e cercare di capire se non stiamo sbagliando metodo.
Molti allevatori e proprietari hanno infatti notato che lo shiba giovane è perfettamente in grado di autogestire il pasto, perciò consigliano di lasciare l’intera quantità giornaliera (quindi non di un solo pasto, ma il totale del cibo che diamo al giorno) a disposizione dal mattino e il cane andrà a mangiare quando vuole durante l’arco della giornata.
Addirittura c’è chi consiglia di lasciare la ciotola la sera, perché ci sono shiba che preferiscono mangiare di notte, quando tutti in casa dormono: questo probabilmente è dovuto al fatto che essendo una razza ancestrale, tende a mantenere comportamenti tipici del canide selvatico, mangiando quando si sente al sicuro da possibili rivali.
Così facendo in tanti hanno risolto l’annoso problema dello shiba schizzinoso.

E’ un dato di fatto che i cani nutriti a barf o dieta casalinga non hanno quasi mai questo tipo di problemi, perché come è immaginabile, un pasto di cibo fresco con della carne vera, le verdure, il pesce etc difficilmente verrà rifiutato da un cane, shiba compreso, un po’ perché è sicuramente più appetibile e gustoso di un pasto di crocchette e un po’, da quanto sostengono molti educatori,  mangiare cibo fresco è un’esperienza che il cane vive con maggior entusiasmo, si può dire che lo soddisfi di più (oltre a farlo sentire più sazio) e  che lo impegni di più. Soprattutto se diamo barf, la quale comprende il consumo di ossa carnose e/o con cartilagini, che permettono al cane di spendere del tempo per consumarle e quindi di sentirsi più gratificato.
A tal proposito alcuni educatori suggeriscono anche a chi nutre il cane con crocchette di rendere il pasto un momento “impegnativo” non limitandosi ad offrire il mangime nella classica ciotola, ma facendo in modo che venga consumato tramite giochi di attivazione mentale, in cui l’animale deve risolvere un piccolo esercizio di intelligenza per “procurarsi” il cibo. Così facendo lo shiba non solo avrà consumato un pasto ma si sarà divertito a “lavorare” con noi per aggiudicarselo.

E se il problema è invece quello contrario?


Capita raramente ma succede che lo shiba sia invece troppo ingordo e mangi troppo velocemente, cosa che potrebbe portare problemi di digestione e di coprofagia*, in questo caso esistono ciotole apposite chiamate INTERATTIVE che aiutano il cane a “perdere tempo” nel consumo del pasto, in modo da obbligarlo ad andare più piano e masticare meglio. Oltre a queste ciotole, come dicevo potrebbe essere utile nutrire il cane attraverso l’uso di giochi interattivi.

 

*Abitudine che porta il cane a mangiare le proprie feci, si ritiene che uno dei motivi per cui succede è proprio perché, a causa della velocità eccessiva in cui il cibo viene ingurgitato, questo viene mal digerito e le feci espulse mantengono un forte odore e sapore di cibo, che il cane, soprattutto il cucciolo, è portato a mangiare.