LA STERILIZZAZIONE

E’ un argomento molto delicato poiché si tratta di fare interventi definitivi che modificheranno per sempre le nostre cagne ed è molto sentito soprattutto perché negli ultimi anni, a causa dell’aumento vertiginoso del randagismo nel nostro paese, si utilizzano questi strumenti per limitare le nascite dei meticci.
Ma di che cosa si tratta?
Ci sono due tipi di interventi per sterilizzare le cagne:

La prima, l’ovariectomia, consiste nell’ asportazione delle ovaie, lasciando l’utero che andrà atrofizzandosi naturalmente nel tempo. E’ un’operazione meno invasiva della seconda e più veloce. Con questo intervento, eseguito in anestesia totale, naturalmente si elimina l’estro (il calore) semestrale nella cagna.
La seconda, ovarioisterectomia, consiste nell’asportazione di ovaie e utero, quindi un intervento più invasivo e più lungo che alcuni veterinai preferiscono fare sulle cagne che hanno già avuto il primo calore.
Se gli interventi sono stati fatti bene, cioè senza lasciare residui di ovaie e/o utero non ci sono rischi di infezioni ne che l’utero atrofizzato dia problemi.

 

I VANTAGGI

sterilizzzioneIl grande dibattito che gira intorno a questi due interventi è se vale la pena farli prima del primo calore, dato che così si azzerano (o quasi) le possibilità per il cane di contrarre tumori mammari o se è meglio aspettare il completo sviluppo della cagna, poiché non farlo la porterebbe a rischiare altri problemi di salute.
Il trend in Italia è quello di sterilizzare prima del primo calore, in modo da diminuire in modo drastico l’insorgenza di carcinomi e adenocarcinomi che sono direttamente collegati alla produzione di estrogeni, se la femmina viene sterilizzata così presto gli estrogeni non vengono mai prodotti e quindi non vi è alcun rischio di tumori. Si evitano inoltre endometriti e cisti ovariche. Viene inoltre abbassato il rischio di fistole perianali.
Un altro dei fattori positivi della sterilizzazione è l’assenza di gravidanze isteriche o pseudogravidanze (pseudociesi è il termine tecnico): questo “evento fisiologico” (infatti non è propriamente una patologia) ha un’incidenza del 50-70% e può avvenire già al primo calore. Accade quando la cagna va in calore senza accoppiarsi e “crede” comunque di essere incinta, ciò comporta intense alterazioni comportamentali (guaiti, ansia, inappetenza, preparazione del nido)e spesso si ha aumento delle dimensioni dell’utero e turgore mammario con produzione di latte, a cui fa spesso seguito la mastite(infiammazione delle ghiandole mammarie) con conseguente rischio di infezioni, poiché il latte non viene eliminato e ristagna.

 

GLI SVANTAGGI


Alcuni veterinari italiani sostengono che la sterilizzazione porta a 4 possibili problemi: incontinenza, modifica della qualità del pelo, aumento del peso e minore aggressività. L’incontinenza è un effetto provato e avviene solitamente dopo il compimento del 7° anno della cagna, anche se è comunque un problema abbastanza raro (5-10%) legato soprattutto all’ assenza di produzione di estrogeni e più riscontrabile nelle cagne a cui sono stati tolti utero e ovaie.
Per quanto riguarda il pelo io ho letto diversi pareri, recentemente ho letto di qualcuno che sostiene che nelle cagne sterilizzate il pelo è di qualità superiore e più folto che nelle cagne intere, dove la produzione di estrogeni e le gravidanze isteriche provocano lo sfoltimento del pelo e lo “sbiadimento” del colore.
L’aumento del peso è un fatto innegabile, che avviene per alcuni nel 90% dei casi, per altri solo nel 25-50% , ma che può essere tenuto sotto controllo con una dieta adeguata, anche grazie a mangimi specifici, e quotidiano esercizio fisico.
Sul carattere ci sono anche qui diverse “scuole di pensiero”, da quello che ho letto in giro la stragrande maggioranza della cagne non hanno alcuna modifica nel carattere, c’è chi sostiene che diventino più docili, e che soffrano meno di ansia da separazione e chi invece dice che assumano atteggiamenti più “maschili” (come la marcatura del territorio). Nei casi la femmina diventi più mansueta può essere ritenuto un problema solo per quelle cagne che sono sottoposte a prove di lavoro (come i cani da difesa).
Ma i contro non sono finiti qui, ho letto un articolo americano scritto nel 2007 (Long-Term Health Risks and Benefits Associated with Spay / Neuter in Dogs di Laura J. Sanborn, M.S.) dove vengono elencati gli effetti negativi della sterilizzazione, in particolare quella precoce, raccolti dopo una serie di ricerche, che mettono in dubbio molte delle vecchie teorie su questo argomento.
Riassumendo i contenuti dell’articolo si evince che sterilizzare comporta i seguenti rischi:
- prima dell’anno di età incrementa il rischio di osteosarcoma, un tumore delle ossa mortale, diffuso soprattutto nelle razze di taglia grande;
- incrementa il rischio di emangiosarcoma splenico, neoplasia della milza ed emangiosarcoma cardiaco, altra neoplasia maligna che colpisce più spesso le razze di taglia grande
- triplica il rischio di ipertiroidismo
- incrementa il rischio di obesità
- incrementa il rischio di incontinenza
- incrementa il rischio di infezioni urinarie
- incrementa il rischio di dermatiti e infezioni vaginali, soprattutto nelle femmine sterilizzate prima della pubertà
- raddoppia il rischio (comunque basso, meno dell’1%)di tumori dell’apparato urinario
- incrementa il rischio di disordini a livelli muscolo-scheletrico
- aumenta il rischio di reazioni allergiche ai vaccini

Insomma come avrete capito è una decisione da prendere dopo aver riflettuto molto e dopo averne discusso col proprio veterinario di fiducia.

Alla fine di giugno 2018 SCIVAC (Società Culturale Italiana Veterinari per Animali da Compagnia) ha messo a disposizione sulla propria pagina FB un interessante seminario sull’argomento sterilizzazione dove veterinari specialisti e un comportamentista rispondo alle domande e parlano delle ultime ricerche.
Eccovi il link al video del seminario.

Vi lascio anche un link che può esservi utili per affrontare l’argomento:

LINK

Se avete intenzione di leggere tutto l’articolo Long-Term Health Risks and Benefits Associated with Spay / Neuter in Dogs cliccate qui