GLI SNACK

 

Col termine “snack” quando si parla di cani si intendono tutti quegli alimenti che si danno durante il giorno come extra (spesso come premio), sono prodotti venduti nei negozi o, come succede negli ultimi anni, in laboratori artigianali specializzati proprio in questo genere di cibo.
In commercio ci sono decine e decine di snack, come fare quindi a scegliere quello migliore per i nostri shiba? Anni fa qualsiasi tipo di alimento venduto come snack per cani aveva bene o male la stessa composizione: carni e cereali (carni mai maggiori del 4%), sottoprodotti, coloranti, conservanti. Sia che si trattasse di biscotti, bocconcini umidi, bastoncini più o meno duri gli ingredienti cambiavano poco e non erano proprio il massimo per la salute del cane.
Oggi questa nicchia di prodotti è diventata un vero e proprio settore a parte e si è ampliata moltissimo, andando incontro alla tendenza generale nell’alimentazione del cane, ovvero offrire alimenti il più possibile naturali, con pochi ingredienti, magari bio, e preparati con processi semplici come l’essicatura o la cottura a vapore, in modo da mantenerne il più possibile integri i valori nutrizionali. Partendo dai soliti biscotti, stick per i denti e ossi di pelle di bufalo, si è quindi arrivati a prodotti molto più sofisticati che comprendono strisce di carne essicata, pesciolini essicati, chips di frutta, corna di cervo, pelli di vari animali essicate.
Questi sono naturalmente gli snack che consiglio vivamente, purtroppo nei negozi tradizionali la scelta è ancora molto limitata e, fatta eccezione per le strisce essicate di vari tipi di carne, è ancora difficile trovare snack naturali apprezzabili. Online invece si sta diffondendo sempre più la vendita delle più svariate tipologie sia per quanto riguarda il tipo di proteina che la consistenza e “lo scopo” dello snack stesso.
Possiamo quindi acquistare per la pulizia dei denti: corna di cervo, pelle essicata di manzo, vitello, cammello, salmone ; nerbi di bue; orecchie di maiale, coniglio o vitello (addirittura ancora col pelo). Se invece lo snack è da utilizzare come premio durante gli esercizi di educazione di base o i giochi di intelligenza si può ricorrere a piccoli snack semi-umidi a base di pesce, manzo, struzzo, cavallo o selvaggina privi di cereali, monoproteici e senza zucchero. Alcune aziende produttrici di crocchette hanno anche prodotti snack liofilizzati di alta qualità a base di interiora o pesce . Anche i più classici biscotti ormai vengono prodotti senza zuccheri aggiunti, con pochi grassi, mediante cotture a vapore; ve ne sono anche a base di frutta .
Le strisce di carne essicata sono leccornie molto gradite e vengono prodotte con la sola carne di anatra, manzo o pollo; oltre a queste, ottimi anche per la masticazione e per un maggiore apporto di proteine, ci sono la trippa essicata (di manzo o agnello) oppure le gole d’anatra e i polmoni di manzo che hanno il solo difetto di avere un odore molto pungente, per il quale naturalmente i cani impazziscono. Ce ne sono inoltre alcune che contengono anche integratori per il pelo come olio di salmone o cozza verde.
Chi vuole essere sicuro della naturalezza e della provenienza delle materie prime utilizzate può rivolgersi presso i negozi artigianali, che si stanno diffondendo sempre più in Italia, i quali producono nei loro laboratori questo genere di snack , con costi naturalmente più elevati.
Lasciate perdere quindi i classici sticks per i denti, i biscotti da supermercato e i wurstel, che oltre ad avere ingredienti di bassa qualità , spesso non aiutano a mantenere il peso forma, la scelta oggi è molto più mirata e ampia e permette di andare incontro alle esigenze dei nostri cani , perfino quelli con intolleranze o problemi di peso. Così come la scelta del mangime dev’essere accurata, penso che anche ciò che mangia il nostro cane come extra debba seguire un certo criterio.
Qualche anno fa avevo partecipato ad un sondaggio sull’ uso degli snack nell’ alimentazione del cane, condotto da una studentessa in Medicina Veterinaria, ora diventata Veterinaria a tutti gli effetti, la Dr.ssa Giada Morelli. Da tale indagine si era poi sviluppata una vera e propria analisi di laboratorio degli ingredienti che compongono gli snack più diffusi in ambito commerciale, col risultato che gli snack commerciali sono da offrire al cane con molta attenzione, perché contengono ingredienti poco sani e che hanno un apporto calorico elevato (anche perché spesso sulle confezioni viene consigliata una quantità giornaliera eccessiva rispetto al reale fabbisogno quotidiano). La ricerca della Dr.sssa Morelli è poi stata ampliata e infine pubblicata su alcune autorevoli riviste internazionali del settore, potete trovarla qui :


La Dr.ssa Morelli attualmente si occupa di una rubrica online dando consigli alimentari utili per chi vuole iniziare ad essiccare a casa, con l’ essicatore ad uso domestico, gli alimenti e produrre snack handmade per i propri animali:

https://www.essiccare.com/category/special-guests/l-angolo-del-veterinario/?fbclid=IwAR0LXX3s9arRekcPzH6uqbqP2ECdhprC3k0HL7KGo8uJSGLiWOsHbX9g-LA