LEGGENDE METROPOLITANE

 

Lo shiba deriva dal chow chow: se ci fate caso in moltissimi standard riportati sui siti degli allevatori nei cenni storici viene affermato questo, ma è un luogo comune.
Lo Shiba non deriva da nessuna razza nel senso che è il cane asiatico più antico ed uno dei cani più antichi del mondo, addirittura alcuni studi del dna fatti nel 2006 affermano che questo piccolo spitz sia il più primitivo e che insieme al basenji rappresenti  una delle razze Naturali per eccellenza.

nordicoLo shiba è un nordico: anche questo è un luogo comune, sebbene alcuni aspetti fisici ( coda arrotolata, orecchie dritte triangolari, pelo con folto sottopelo ) possano, ai non addetti ai lavori, accumunare il nostro Giapponese a cani come Husky, Malamute, Samoiedo ecc. Lo Shiba è, come già detto,  una razza naturale mentre i nordici sono comunque razze derivate da incroci e selezioni recenti ( dall ‘800 in poi ). Lo Shiba ha un carattere molto più selvatico e primitivo, quando invece i nordici sono stati selezionati  per svolgere lavori a secondo dell’ uso che ne doveva fare l’uomo. Lo Shiba caccia senza che nessuno l’abbia mai selezionato per farlo, è una cosa innata in questo cane, che esula completamente dalla selezione umana. E’ infatti una razza che ha avuto i primi contatti con l’uomo dall’ epoca delle glaciazioni e che aveva già caratteristiche fisiche e comportamentali ben definite( nonostante, naturalmente, non è lo stesso cane che è arrivato fino a noi oggi ) mentre i nordici sono stati creati dall’ uomo.

akita_shibaLo shiba è uguale all’ Akita…ma più piccolo: questo è forse il luogo comune più gettonato , tutti i proprietari di Shiba si sono trovati almeno una volta a dover rispondere alla domanda “ma è un akita piccolo??” .Questo purtroppo è un grosso equivoco nato soprattutto dopo l’uscita del film “ Hachiko ”, quando l’ Akita è diventato famoso e le persone si sono avvicinate a questa razza, dal momento che l’ Akita è un cane di grandi dimensioni moltissimi hanno optato, anzi creduto di optare, per il fratello minore, lo Shiba, convinti che fosse un Akita miniaturizzato (e ahimè convinti che fosse più gestibile per via delle dimensioni più piccole!!!). Ma è una convinzione tipicamente italiana, in quanto l’ Akita è fra le razze native, quella che si discosta maggiormente come morfologia e attitudini ( non a caso ha uno standard separato da quello dello Shiba che è invece accomunato a quello delle razze di taglia media).Sia storicamente che geneticamente Shiba e Akita non hanno nulla in comune (anzi sono le più distanti tra loro!). L’ unico colore in comune è il rosso (in quanto il bianco nello Shiba è una diluizione del rosso e non è più ammesso dallo standard dal 1992). La forma della testa nello Shiba è un insieme di triangoli, nell’ Akita ha proporzioni più corte; orecchie e occhi hanno posizioni e forme differenti, così come il baricentro, la forma del torace, del tronco, perfino il movimento dei due cani è completamente diverso.
Lo Shiba ha espressione arrogante, furba e impertinente ma sempre elegante, mentre  l’ Akita esprime una certa austerità regale, quasi distaccata.

 

Lo shiba è un cane da caccia, che viene utilizzato anche per cacciare in muta : Questa frase l’ho già letta diverse volte in siti e blog, ma non è assolutamente corretto, lo shiba NON è un cane che caccia in muta, al massimo caccia in coppia, più spesso è utilizzato da solo perché il suo carattere indipendente non lo predispone a collaborare e lavorare in  un gruppo di cani .
Non so da dove arrivi l’affermazione del cane da muta ma so che è sicuramente sbagliata, fra tutte le razze primitive nipponiche l’ unica che potrebbe essere usata per questo tipo di caccia è l’ hokkaido.
Potete farvi un’idea di come venga utilizzato lo shiba durante la caccia leggendo l’articolo che ho scritto sull’ argomento.