INTRODUZIONE ALLE LINEE

Lo studio delle linee è molto importante per capire bene la discendenza del vostro shiba, anche perché lo Shiba come razza è stata riconosciuta solo pochi decenni fa. Ci sono molte differenze di tipo e problemi a livello di dentatura, colore e struttura sono piuttosto frequenti , è importante che gli allevatori studino in modo approfondito le linee di sangue per capire i problemi genetici dei loro cani. Quando nasce uno stallone importante è abbastanza comune che si faccia “ in breeding ” o “ linebreeding ” per poter perpetuare alcune caratteristiche ritenute “ positive ” del cane, infatti ogni capostipite ha dato vita a linee con caratteri differenti,  ma cosa significano questi termini? E cosa significa invece “ out-crossing ” ?
Esiste un criterio scientifico denominato “ coefficiente di inbreeding ” per distinguere quantitativamente il grado di parentela genetica. Per sintetizzare :

INBREEDING : Col termine inbreeding si indica il tipo di accoppiamento con il più alto grado di parentela  tra i genitori, quindi un accoppiamento fra individui fra i quali non passi più di una generazione ( padre con figlia, madre con figlio, fratello con sorella ) se padre e madre hanno antenati comuni aumentano le possibilità che le due copie di uno stesso gene (allele) ereditate dai due genitori siano identiche, l’ inbreeding quindi aumenta l’ omozigosità, con conseguenze importanti. Aumentando l’ omozigosità si concentrano i geni di un determinato antenato fissando caratteristiche specifiche, poiché a lungo andare si trasmetterà alle generazioni successive una sola coppia dello stesso gene eliminando le altre. L’ inbreeding è quindi il più veloce  mezzo di selezione, che fissa meglio i caratteri desiderati e allo stesso tempo porta alla luce i caratteri indesiderabili. Così sono nate tutte le razze canine moderne ed è stato possibile creare gli standard, tutto ciò però ha un prezzo, che si esprime nella diminuzione della frequenza di eterozigoti e nella conseguente aumento di possibilità che geni “ cattivi ” si esprimano, un eccessivo uso dell’ inbreeding porta alla perdita del cosiddetto “ vigor ibrido ” quindi perdità di fertilità, nascita di un minor numero di cuccioli, minor capacità di allevare i cuccioli ecc.

LINEBREEDING : Per gli allevatori questo termine indica l’ intenzione di non mantenere un alto grado di parentela all’ interno della discendenza. E' perciò mirato a concentrare i geni di un particolare antenato portatore di caratteristiche uniche e eccezionali che si vogliono conservare. L’accoppiamento di questo tipo riguarda due individui con antenati comuni entro le prime cinque generazioni( esempio: zio/nipote, nonno/nipote, primi cugini, secondi cugini e così via ).
Anche il linebreeding evidenzierà  sia le caratteristiche buone che quelle cattive, ma vi è una perdita di eterozigosità meno immediata rispetto all’ inbreeding e viene anch’esso usato per fissare i caratteri desiderati oltre che per portare allo scoperto quelli indesiderati permettendo all’ allevatore di togliere dalla riproduzione i portatori di questi ultimi.
La discendenza prodotta tramite linebreeding sarà omogenea, permettendo all’ allevatore di fissare “ il tipo ”. Inoltre grazie al linebreeding,  il “ vigor ibrido ” verrà impoverito in modo meno drastico rispetto all’ inbreeding. Bisogna comunque fare molta attenzione a come procedere con gli accoppiamenti ed evitare di aumentare il grado di parentela fra individui, cosa che prevede una profonda conoscenza della linea di sangue che si vuole selezionare.

OUTCROSSING : Per gli allevatori il termine definisce un accoppiamento fra due individui che non abbiano antenati comuni almeno nelle prime cinque generazioni; con questa tipologia di accoppiamento la popolazione potrà essere poco omogenea, con minor possibilità di trasmissione delle caratteristiche desiderate, si potrà inserire una nuova caratteristica voluta  e si potrà mescolare  due linee di sangue diverse, cosa che parecchi allevatori fanno per rinvigorire le proprie. Il successo migliore se si usa l’ outcrossing è accoppiare due soggetti con un coefficiente di inbreeding medio/alto.


Tornando alla storia delle principali linee, il Sig. Mitsuharu Kanasashi, un giudice e membro fra i più importanti del Nippo esaminò i vincitori dello Saikousho (premio come miglior Shiba) al Grand National e concluse che quattro erano i ceppi primari in Giappone:

- Hakuba no Gen

- Korotama
- Tenkou
- Matsumaru

Sono passati parecchi decenni da quando il Sig. Kanasashi fece questa ricerca e sicuramente al giorno d’ oggi ci sono diverse nuove linee importanti, ma comunque tutte si sono sviluppate sulle quattro linee originali studiate da Kanasashi.

N.D.R : Gli articoli seguenti, inerenti alle quattro linee di sangue principali, sono stati tradotti da me, quindi ogni errore e/o omissione è da imputare solo alla sottoscritta!