LA SCOMPARSA DEL LUPO GIAPPONESE

Al contrario di ciò che accadeva in Europa, i rapporti fra uomo e lupo in Giappone erano di grande rispetto, se non di vera e propria riverenza. L’ episodio di un lupo cacciato per divertimento e intrattenimento dalla nobiltà russa descritto da Tolstoj nel suo libro “ Guerra e pace ” era per i giapponesi impensabile.

Tuttavia anche il lupo in Giapppone iniziò ad essere prima bandito e purtroppo ,alla fine, debellato come specie; le ragioni che hanno portato alla scomparsa di questo animale sono molteplici ma la più importante fu  l’ apertura del Giappone all’ occidente e la conseguente perdita delle tradizioni e della cultura locale.

Innanzitutto il lupo cominciò ad essere visto come veicolo di malattie, la rabbia su tutte e il cimurro, che contrassero dai cani arrivati dall’ Europa; furono poi cacciati dagli agricoltori perché predavano le greggi e uccisi con trappole (vedi disegno) e esche avvelenate con stricnina ( metodi suggeriti dagli americani per evitare anche gli attacchi ai cavalli nei pascoli ).
Sostenuti dall’ imperatore, cacciatori professionisti furono abilitati alla caccia. Perfino gli Ainu ( popolazione aborigena dell’isola di Hokkaido ) che avevano vissuto da sempre accanto al lupo furono convinti a partecipare alla campagna di sterminio contro questo animale.

Nel 1889 il lupo di Hokkaido fu estirpato dagli agricoltori del nord dell ‘isola, nel 1905 l’ ultimo lupo Honshu morì a causa di un’ epidemia di rabbia. Gli ultimi resti rimasti del lupo giapponese sono alcuni teschi e alcuni animali impagliati che troviamo in cinque esemplari in Giappone, Olanda e al British Museum di Londra.

Dopo la scomparsa del lupo giapponese restano solo testimonianze fra i vecchi delle popolazioni più isolate nelle remote montagne del paese; sono anche stati annunciati diversi progetti per poter riportare il lupo a vivere a contatto con i giapponesi. Tutto ciò può essere visto come una sorta di rimorso per aver fatto estinguere la specie ma, purtroppo, a causa di fattori ambientali avversi e dell’ alta densità demografica odierna è molto improbabile che si riesca a far di nuovo correre in libertà il lupo giapponese fra la sua gente. Tutti gli esperimenti per creare il moderno lupo giapponese sono quindi facilmente destinati a fallire.