LA PERDITA DEL LATO SELVATICO

Il fatto che tutti i cani domestici derivino dal lupo non significa che ognuno di loro ( dal piccolo chihuhaua all’ enorme tosa inu ) debba per forza avere  un patrimonio genetico identico. Alcune caratteristiche, estetiche o comportamentali, sono state accentuate o fatte scomparire durante il processo di selezione fatto dall’ uomo. Addirittura alcuni difetti sono diventati parte integrante dell’ aspetto di una razza ( basti pensare ai cani nudi ).

Il famoso esperto di lupi, Trumler Eberhard, sostiene che  uno dei tratti positivi che il cane moderno ha ereditato dal lupo è il suo comportamento sociale, il suo innato “ senso della famiglia ”; è stata questa caratteristica a rendere il cane adatto a convivere con l’ uomo, ma il prezzo pagato è stata la perdita del lato selvaggio, lato selvaggio che si è perso in “ quantità ” diverse a seconda delle razze,  naturalmente le razze maggiormente manipolate dall’uomo  hanno avuta una perdita maggiore, mentre le cosiddette “ primitive ” come gli spitz e le razze nipponiche, ne posseggono ancora oggi una certa dose.

Nel 2004 una “ microscala ” delineata da un gruppo di studiosi della Washington University sulla struttura genetica del cane domestico, ha riportato risultati sorprendenti: in questa analisi erano stati presi in considerazione 424 cani rappresentanti 85 razze,  tutti furono studiati in termini genetici rispetto alla loro vicinanza al lupo grigio e infine raggruppati in 5 gruppi differenti.Si concluse che un particolare gruppo di cani riportava una forte somiglianza genetica col lupo grigio, lo shiba inu apparteneva a questo gruppo e per la sua vicinanza al lupo fu messo al “secondo posto” dopo lo shar pei.
Ma un  recente articolo pubblicato dalla rivista National Geographic ha stilato un nuovo elenco delle razze più vicine al lupo ( le cosiddette WOLF-LIKE ) frutto di ricerche più approfondite e stavolta è lo shiba inu a comparire  al “primo posto della classifica”. Ecco qui a lato il grafico in questione, esso  indica i cani più vicini al lupo,tutte le razze al di fuori dal grafico hanno solo vaghe relazioni genetiche col lupo. Quindi più o meno tutte le razze canine hanno una parte genetica ereditata dal lupo grigio, nel caso del Jindo della Corea del sud che è molto vicino alle razze giapponesi, i ricercatori hanno notato l’ influenza soprattutto di due popolazioni di lupi della Asia dell’est,  quindi è abbastanza naturale chiedersi se i cani giapponesi abbiano ereditato soprattutto dal lupo giapponese. La nostra inchiesta è incentrata infatti sui legami fra razze canine giapponesi e lupo giapponese. Cosa ne sappiamo di quest’ultimo?