LO SHIBA PUò VIVERE FUORI?

E’ una delle domande più rincorrenti che mi capita di leggere sia nelle e-mail che mi arrivano su shibamania, che nei vari gruppi di facebook. Come ho già spiegato nell’articolo sull’ utilizzo e l’utilità del giardino, non sono tantissime le razze che necessitano di uno spazio all’aperto, genericamente si tratta delle razze più “rustiche”, come i grossi cani da gregge (maremmano).
Se il giardino viene pensato come il posto dove il cane “fa attività” facciamo il primo errore: i cani in giardino non fanno attività, se intendiamo movimento regolare, esercizi strutturati e via dicendo. Fanno la guardia, a volte (e spesso diventano fin troppo ossessivi in questo) e più spesso ancora, dormono.
Addirittura mi è capitato di leggere che il cane deve per forza avere un giardino perché è “il suo habitat” (come se un animale addomesticato migliaia di anni fa avesse un habitat!) e che se il giardino c’è, il cane deve vivere lì perché la casa non è l’habitat naturale di questi animali.
I cani non hanno habitat, hanno colonizzato tutti gli ambienti dove vive l’uomo perché da migliaia di anni lo seguono.
Tornando alla domanda: si, lo shiba può vivere fuori. In inverno, avendo un pelo simile a quello dei cani da slitta, non soffre particolarmente il freddo (bisogna solo fare attenzione all’umidità, quindi dotarlo di una cuccia adatta e posta in zona riparata) e in estate, quando il caldo diventa più pericoloso del freddo invernale per loro, bisogna accertarsi che ci siano zone d’ ombra in cui il cane possa ripararsi. Anche se non starà mai al fresco come in casa nostra.
Quello che bisogna chiedersi è: è giusto che il cane viva costantemente fuori? Per il suo benessere psicologico, vale la pena tenerlo sempre in giardino?
Per come al penso io, direi che il cane è felice se sta a stretto contatto con il suo gruppo sociale, naturalmente ci sono sempre le eccezioni, poiché ci sono cani che chiedono letteralmente di vivere fuori e per tutta la vita mostrano sofferenza a stare in casa, ma possiamo dire che, in linea di massima, al cane fa sempre piacere poter condividere la propria vita con la sua famiglia. Questo perché è principalmente un animale sociale, e tenerlo sempre all’esterno può farlo sentire escluso dal gruppo.
I cani che vengono anche solo una volta portati in casa per passare qualche ora, il più delle volte, finiscono per chiedere di rientrare anche se fuori hanno tantissimo spazio, poiché per loro non c’è niente di più appagante che stare vicino alla loro famiglia. Si abituano a vivere solo fuori?
Certo! I cani si adattano più o meno a tutto, anche alle situazioni meno piacevoli, soprattutto se imposte in età giovanile, ma non è detto che questo sia la cosa migliore per loro. Sono convinta che un cane indipendente come lo shiba, se tenuto almeno qualche ora in casa, possa creare un rapporto molto più profondo con la famiglia, possa imparare le dinamiche della vita all’interno di quattro mura ed essere più preparato a stare, in futuro, nei locali pubblici per esempio, perché sa come muoversi e come ci si comporta.
Se vogliamo tenere il nostro shiba fuori dovremmo per lo meno passare con lui un tot di ore al giorno, facendo attività, passeggiate, tutto ciò che serve per tenere il cane impegnato in qualcosa di costruttivo e mantenere vivo il rapporto uomo-cane. E purtroppo questo succede raramente, perché soprattutto in inverno, sono ben pochi i proprietari che hanno voglia di stare fuori col cane. Si parte con mille buoni propositi ma all’arrivo della brutta stagione la stragrande maggioranza dei proprietari comincia a disertare le uscite,finché il cane non lo vedono esclusivamente per il momento dei pasti. Ho visto cani che vivono esclusivamente in giardino assumere comportamenti stereotipati, simili a quelli degli animali nelle gabbie degli zoo, diventare iperattivi o al contrario, apatici oppure ancora, nevrotici.
Per concludere, vi invito quindi a pensarci bene prima di decidere di lasciare vivere il vostro shiba solo fuori, se anche doveste decidere per questa soluzione, sappiate che gli dovrete dedicare ancora più tempo per poter far in modo che costruisca un rapporto molto profondo con voi e la famiglia.