LA CAPARRA CONFIRMATORIA

Finalmente dopo tante ricerche hai trovato il tuo cucciolo da acquistare…ora cosa devi fare per tutelarti?
La prima cosa che l’allevatore ti chiederà è un anticipo di una somma di denaro per “fermare” il cucciolo scelto prima di poterlo portare a casa e saldare il conto alla consegna.
La prima domanda che uno si pone è “come posso avere garanzie visto che do una somma di denaro?”
Per tutelarti, quando versi l’anticipo, chiedi di poter sottoscrivere una caparra confirmatoria, altrimenti, nel momento del versamento, risulterà un semplice acconto.
L’ acconto è semplicemente un’anticipazione del pagamento che sarà completo al momento della firma del contratto e non dà nessuna garanzia.
Non puoi pretendere la restituzione dell’acconto nel caso in cui cambi idea e non vuoi più il cucciolo per qualsiasi motivo, anche il più valido.
Non puoi nemmeno pretendere che, se l’allevatore cambi idea, per qualsiasi motivo, e non ti vuole più cedere il cucciolo, di ricevere la restituzione della somma!
Dunque NON dimenticarti MAI della sottoscrizione della caparra! SOLO COSI PUOI TUTELARTI!
La caparra deve risultare da una specifica volontà delle parti.
La volontà delle parti deve risultare da una scrittura firmata da entrambe le parti. Nel momento che versi la somma, chiedi di poterla sottoscrivere.
Sarà una scrittura dove necessariamente ci devono essere tutti i tuoi dati anagrafici, i dati dell’allevatore, la somma che versi che esplicitamente sarà titolo di caparra e la firma di entrambi.
La caparra vincola entrambe le parti. E’ una forma di autotutela di natura risarcitoria che scatta in caso di inadempimento al contratto.
La parte che l’ ha versata di impegna a non recedere dal contratto, pena la perdita della caparra stessa. La parte che l’ha ricevuta invece si impegna a non recedere, pena la restituzione di quanto ricevuto più il pagamento di un ulteriore eguale importo al versante.
Ciò permette che l’allevatore, se cambia idea e non vuole più cedere il cane, dovrà restituire la somma versata a titolo di caparra più un ulteriore somma di pari importo.
Se invece, dopo aver versato la caparra, non vuoi più comprare il cane, devi sapere che perdi la somma versata.
La caparra confirmatoria, regolata dall’ art. 1385 del Codice Civile, afferma che “ Se la parte che ha dato la caparra è inadempiente, l’altra può recedere dal contratto, ritenendo la caparra; se inadempiente è invece la parte che l’ ha ricevuta, l’ altra può recedere dal contratto ed esigere il doppio della caparra. Se però la parte che non è inadempiente preferisce domandare la esecuzione o la risoluzione del contratto, il risarcimento del denaro è regolato dalle norme generali” (art. 1385 c.2).
In conclusione, per poterti tutelare e avere delle garanzie nel momento dell’anticipo, occorre che chiedi sempre all’ allevatore di poter sottoscrivere la caparra confirmatoria.

Articolo dell'avv. Cristina Geminiani – All. to del Castelfalcino.