DOCUMENTI:COSA DEVE CONSEGNARTI L'ALLEVATORE/PRIVATO?

 

Ho già spiegato in un articolo cosa sono microchip, libretto sanitario e pedigree ma quali sono i documenti che l’allevatore/privato che cede un cane di razza deve consegnarci per essere “a posto” a tutti gli effetti con la legge italiana? Cosa dobbiamo fare per non incorrere in sanzioni penali relative all’ errata o mancata registrazione del cane all’ anagrafe?
Come già detto il microchip è importantissimo poiché se il cane non ce l’ha incorreremo in sanzioni e rischiamo anche di essere denunciati, poiché potrebbero accusarci di aver rubato il cane o di averlo importato illegalmente. Il cane stesso se non chippato è da considerarsi un randagio.
Molte persone sono convinte che il libretto sanitario sia un documento di identità, ma ciò non è vero, le uniche certificazioni di identità e proprietà riconosciute ufficialmente sono: il documento che attesta l’inoculazione del microchip e i documenti di anagrafe canina. Se mancano entrambe o anche una di esse potremmo andare incontro a serie procedure penali.

 

 

 

Quindi quando acquistate un cane di razza dovete ricevere dall'allevatore o privato :

- Documento avvenuta inoculazione chip in anagrafe .

- Libretto aggiornato su sverminazioni, primi vaccini e trattamenti antiparassitari se effettuati o passaporto.

 

- Passaggio di proprietà ENCI: Questo modulo (scaricabile dal sito ENCI) è presente solo nel caso in cui il cane sia ancora intestato all'allevatore al momento della cessione e va firmato dall'allevatore e dal nuovo proprietario.
Il pedigree arriverà entro 6 mesi circa,almeno che non acquistiate un cucciolo già grande e sia già in possesso di pedigree (intestato all'allevatore/privato).

Ricordo che il pedigree e il libretto da soli non attestano l’identità del cane né alcun passaggio di proprietà.
Per quest’ ultimo ogni regione può avere differenti modalità, se in Emilia Romagna la procedura passa attraverso i comuni, in Lombardia invece si svolge tutto tramite la sede della propria ASL veterinaria.la procedura consiste in :

- Andare all'ufficio ASL veterinaria del proprio distretto con il documento di avvenuta inoculazione del microchip.
- Farsi consegnare il modulo apposito di richiesta iscrizione all'anagrafe canina regionale.
- Compilare il modulo con i dati del cane in oggetto,dell'intestatario dle cane e del cedente.
- Pagare una somma intorno ai 7 euro .

Nella regione Lombardia è possibile fare il passaggio di proprietà anche presso il proprio veterinario di fiducia.
Ecco un vademecum utile per chi abita in Lombardia su tutto ciò che si deve fare a livello burocratico quando si accoglie in casa un cane.

Tutta questa procedura va effettuata entro 15 giorni dall’acquisto del cane, quindi è molto importante che il venditore ci consegni tutti i documenti quando ci consegna il cane o nei giorni immediatamente successivi. Quando l’ASL veterinaria porterà a termine l’ iscrizione ci avviserà e dovremo andare a ritirare le copie dei nostri documenti oppure ce la spediranno per posta.
Infine: se al momento della cessione del cane il pedigree è intestato all’ allevatore spetterà a noi andare presso la nostra sede ENCI per farlo volturare, ovvero far stampare in fondo al documento il nome del nuovo proprietario del cane. Questa procedura va effettuata presentando alla sede ENCI il passaggio di proprietà ENCI, il pedigree e una copia del documento d’ identità del nuovo proprietario.
Se invece il pedigree viene intestato direttamente al nuovo proprietario, egli verrà informato direttamente dalla propria sede ENCI di andare a ritirarlo.
Trovate le tariffe aggiornate delle pratiche relative al pedigree sul sito ENCI.

Ecco i documenti che dovrete avere: