MAME SHIBA

In Giappone (ma anche negli USA) sta avendo grande successo, grazie anche ad una serie televisiva il “mame shiba inu” (mame in giapponese significa “fagiolo”) ovvero un tipo di shiba “miniaturizzato” che troviamo nei negozi di animali e che NON E’ RICONOSCIUTO da nessuna federazione, anzi, gli allevatori veri tengono a precisare che si tratta di una tipologia di shiba voluta solo a fini commerciali.

Così come è successo per moltissime razze (chihuahua, yorkshire, maltese diventati  toy, mini, micro, teacup  ecc) che hanno subito negli ultimi tempi una sorta di  rimpicciolimento, anche lo shiba purtroppo sta subendo questa “manipolazione”, data la forte richiesta di cani sempre più piccoli perché meno ingombranti e di conseguenza, ritenuti meno impegnativi; basti pensare quanti proprietari di questi cagnetti rachitici li abituino ad una vita da gatto, lettiera per i bisogni compresa!

Si presume che anche per lo shiba siano stati fatti accoppiamenti fra cani fortemente sotto taglia quindi fuori standard, se non  addirittura affetti da disfunzioni della crescita come il nanisimo, al fine di ottenere uno shiba che pesa dai 3 ai 5 chili ed accontentare tutte quelle persone che cercano sempre di più cani microscopici, alla faccia degli standard di razza. Inutile precisare che l’allevamento del mame non tiene conto ne del carattere ne del temperamento, oltre che dei numerosi problemi di salute di cui possono soffrire queste razze miniaturizzate senza arte ne parte.

Ecco il trailer della famosa serie televisiva