LA CONVIVENZA CON ALTRI ANIMALI

Spesso si legge nei siti dedicati alla razza che lo shiba non accetterà mai di convivere con altri cani o con un gatto e che altri piccoli animali di compagnia, come i roditori, hanno vita breve se nei paraggi c’è un samurai. Questo è vero in parte!

Ho infatti un’ esperienza diretta con questa situazione: all’arrivo di Yuna avevamo già un porcellino d’ India e devo dire che , nonostante molti lo avessero dato per spacciato. Il porcellino vive in un recinto in cameretta, che divide con la strega (non il recinto, la cameretta!).I primi tempi avevamo coperto il recinto con una rete perché non ci fidavamo per niente della rossa, ma abbiamo constatato che invece la convivenza è fattibile, basta abituare gradualmente il cane alla presenza del roditore e naturalmente la cosa è molto semplificata se il cane arriva, cucciolo, come secondo.Il signor Opi è vissuto 8 anni senza problemi con Yuna alla quale nel 2013 si è aggiunta Akiko, che si è rivelata essere una cacciatrice formidabile, nonostante ciò non ci sono stati “incidenti.

Non posso garantire la sopravvivenza di un animale da preda ( coniglio, criceto, cavia ecc. ) se prima di lui c’è già uno shiba in casa, ma sicuramente è più che possibile farli andare d’accordo se lo shiba è cucciolo e deve essere lui ad accettare l’ altro ospite.
Una sola raccomandazione: se il vostro animaletto viene lasciato libero di girare per la stanza dovrete per forza allontanare il cane, perché le mie shiba tornavano ad essere il predatore che sono quando il porcellino era fuori dal recinto.

Coi gatti però è un altro paio di maniche: i gatti, in quanto predatori, sono visti come “ concorrenti ” dai cani ed è questo che li rende “ acerrimi nemici ”. Non ho gatti ma posso dire che Yuna con quelli dei vicini non è per niente accogliente, anzi!
Ho sentito storie diverse in merito a questo tipo di convivenza , ci sono shiba che “ nonostante tutto ” li accettano “ basta che teniamo le dovute distanza ” ; shiba che addirittura diventano amici dei gatti e shiba che diventano “ jack-lo-squartatore ” in loro presenza.
Posso dire da quello che mi è stato raccontato da proprietari di gatti e di shiba, che quando è il cane ad arrivare da cucciolo dopo il gatto, quasi sempre finiscono per andare d’accordo.

Infine la relazione che più interessa i proprietari di shiba inu: quella coi cani.
E’ risaputo infatti che questa razza accetta malvolentieri la presenza di altri cani, non so quante volte ho letto sul web il consiglio: se hai un cucciolo di shiba FALLO SOCIALIZZARE DA SUBITO CON GLI ALTRI CANI.
E’ vero, è molto importante che venga messo in contatto con più cani possibile, grandi e piccoli, dello stesso sesso o meno, ma lo shiba resta una razza che generalmente non va d’accordo coi suoi simili.
Soprattutto se i due cani sono entrambi maschi o entrambi femmine. E non è vero che le femmine sono più docili e accondiscendenti!!! Anzi, forse è vero il contrario, sono territoriali, litigiose e prevaricanti quanto i loro “ consorti ”

Se volete ottenere risultati su questo fronte ricordatevi che il guinzaglio complica tantissimo le cose e qualsiasi cane è più propenso a fare amicizia se libero e state attenti agli incontri nelle “aree cani”: sono i posti in cui avvengono più risse in assoluto, poiché si fanno incontrare cani che non si frequentano spesso ,che hanno indole e abitudini diverse e questo può creare molte tensioni, piuttosto se volete che il vostro shiba si diverta coi propri simili, i centri cinofili sono sicuramente più attrezzati per questo genere di incontri anche perché i cani vengono avvicinati seguendo determinate regole, grazie all’esperienza degli educatori. Se il centro in questione ha anche esperienza coi primitivi, meglio ancora, visto che hanno bisogno di essere seguiti in questo percorso in modo più attento.

In conclusione: é facile che molti shiba inu non finiscano per giocare con tutti i cani nel parco (anche dopo mesi di socializzazione a scuola) ma se lavoriamo bene e ci impegnamo, magari facendoci aiutare da un professionista, qualche amico riusciranno a farselo, soprattutto se è un amico d’infanzia con cui hanno stabilito un rapporto profondo.